Udite Udite

Udite Udite

Lampada Ray – Wave Murano Glass a Euroluce 2019

 

Caratterizzata da un percorso di continua crescita e sperimentazione nella lavorazione del vetro artigianale, Wave Murano Glass ha partecipato per la prima volta all’appuntamento più importante dell’anno, Euroluce 2019, presentando una vasta gamma di soluzioni per l’illuminazione e decorazione in vetro di Murano

Realizzata in collaborazione con il product designer Terence Coton, Ray è un’innovativa lampada modulare realizzata con il prezioso vetro di Murano e racchiusa in una struttura minimalista di metallo. La lanterna può essere utilizzata, come lampada da tavolo o come piantana, combinando i moduli tra di loro con un sistema magnetico facendoli diventare un nuovo oggetto.

Ray_WaveMurano_1Ray è ispirata ad un paralume. Il cono crea un gioco di luci e colori ed è opaco con un taglio verticale e trasparente che svela la luce sottostante che prende il colore del vetro. Ray lascia una massima libertà all’utente desideroso di cambiare appartamento o arredamento.

Può essere montata come una colonna, lasciando più spazio libero nella stanza o può essere divisa e appoggiata in ogni angolo per creare più intimità.

La sua esteticità e la sua qualità senza tempo rendono Ray un design contemporaneo adatto ai bisogni di oggi, sia negli hotel che nelle case private, un ‘must’ per tutti gli amanti di design.

Wave Murano Glass propone al mercato mondiale il primo connubio del più lussuoso e storico esempio di artigianato Veneziano, con l’innovazione legata al design digitale dell’era moderna.

Infatti le preziose bossole in vetro di Murano, che sono completamente opache ma costellate da riflessi argentati, sono sostituite a tratti da innovative bossole disegnate con la tecnologia all’ avanguardia del design generativo.

Il risultato è una forma organica, quasi eterea, alla ricerca di una trasparenza alla quale il vetro del lampadario stesso ha rinunciato, per dare spazio a un materiale innovativo. La vetroresina arancione di cui sono composte tali bossole è plasmata con 3d printers di ultima generazione e nonostante l’intrinseca mancanza di trasparenza in questo materiale futuristico, l’utilizzo del design generativo ha permesso di ottenere una forma dove il vuoto prende il sopravvento sul pieno, sfruttando al massimo l’emblema della trasparenza stessa: l’aria.

 

 

 

Read the article on udite-udite.it

No Comments

Post A Comment